All posts tagged: hiroshima

Una cena di ostriche a Hiroshima

La barca delle ostriche Otto portate, servite in una stanza tutta per te, in mezzo all’acqua. Del resto stiamo mangiando su una barca e, a dirla tutta, fuori sta anche piovendo parecchio. Ma non è solo l’atmosfera un po’ nostalgica di Hiroshima, o l’idea di essere appena stata servita da una adorabile signora in kimono a rendere questa cena così speciale. Il merito va soprattutto al menù (e, certo, alla persona che è con me e che l’ha scelto): otto portate colorate e raffinate unite da un ingrediente: le ostriche. Serve un passo indietro. Come ho già spiegato in un post precedente, associo molto Hiroshima alla buona cucina. Lo so che questa frase, proprio qui, suona strano. Dico solo che questa città ha due volti: quello ferito, che stringe lo stomaco e toglie le parole, e quello della vita che ricomincia, che scorre come il fiume sotto di noi, illuminato dal bagliore dei ciliegi. Ebbene, fra le caratteristiche culinarie di Hiroshima c’è anche l’altissima qualità delle ostriche (che in giapponese si chiamano kaki), pescate nel …

Street food a MiyaJima

Miyajima: il paradiso del cibo di strada Lo devo dire anche questa volta: in Giappone la cucina, il cibo, l’aspetto enogastronomico (chiamatelo come preferite) vale una buona parte del viaggio. Una larga fetta del viaggio. C’è bisogno di farmi 10mila chilometri per mangiare un po’ di buon giapponese? Eh sì perché, almeno in Italia, al massimo ti propongono dell’ottimo sushi, ma in generale piatti lontani anni luce della varietà che trovo nel Sol Levante (parola brutta lo so, ma non posso ripetere Giappone mille volte). Ecco perché la scoperta dello street food è stata davvero esaltante. Nel mio primo viaggio avevo forse scoperto le basi di questa straordinaria cucina, questa volta mi sono lanciata in nuovi esperimenti. E ne sono ben felice. Scriverò più post su questo paradiso gastronomico, ma intanto parto da un luogo che mi fa tornare l’acquolina in bocca solo a pensarci: MiyaJima. Mi rendo conto che il tutto suona un po’ blasfemo, visto che in questa isola che si affaccia sul Mare Interno in realtà si viene per visitare una delle …